Evento

Il 10 Ottobre 2015 alle 11 presso lo Stadio Olimpico (settore Monte Mario) si terrà un importante incontro: Roma diventa Capitale dello Yoga.
L'evento sarà l'occasione per mostrare ai cittadini romani l'immensa ricchezza della cultura sahaj. Una visione che ha come esperienza fondamentale la meditazione, ma non si esaurisce nelle tecniche yogiche. La meditazione, infatti, non è una fuga dalla realtà, ma una risorsa interiore infinita per migliorare concretamente il mondo in cui viviamo. La meditazione, insegnandoci a cambiare noi stessi, può essere la via spontanea per cambiare la società. Durante l'evento, infatti, verrà illustrato il grande successo delle attività di promozione sociale realizzate in Italia e in tutto il mondo dai volontari di Sahaja Yoga. Grande spazio verrà concesso anche all'arte e alla musica: numerosi artisti parteciperanno da tutto il mondo per testimoniare il loro sostegno alle attività di Sahaja Yoga.
L'evento è gratuito e si terrà anche in caso di maltempo.

Chi siamo


Sahaja Yoga è una forma di meditazione rivoluzionaria, creata da Shri Mataji Nirmala Devi nel 1970, che viene praticata gratuitamente da milioni di persone in tutto il mondo. Presente in Italia dal 1981 (un'avventura iniziata proprio a Roma), la meditazione sahaj viene proposta come forma di volontariato in vari ambiti: dalle scuole alle aziende, dalle carceri agli ospedali, dalle università agli ambienti sportivi. Per le numerose evidenze medico-scientifiche che comprovano i benefici di questo tipo di meditazione, Sahaja Yoga ha ottenuto diversi riconoscimenti internazionali e collaborazioni prestigiose (dall'Unesco a Save the children), oltre ad essere materia d'esame nelle Facoltà di Medicina di alcune università italiane. Attraverso il progetto internazionale InnerPeace, nato in Italia, che utilizza le tecniche di sahaja yoga, oltre 200.000 ragazzi in più di 40 paesi del mondo hanno sperimentato con grande successo i benefici della meditazione.

Meditazione


La meditazione non è uno stato di incoscienza o di evasione del mondo. Al contrario, essa è il raggiungimento di una calma quiete interiore, pervasa da una innocente gioia. In Sahaja Yoga questo stato è raggiunto tramite il risveglio della Kundalini (in sanscrito letteralmente 'serpente femminile'), descritta dagli antichi sapienti come un'energia materna primordiale avvolta in tre spire e mezzo nell'osso sacro (nome che appare non certo casuale). Una volta risvegliata, la Kundalini sale lungo la colonna vertebrale, incontrando i sette chakra ('ruota, vortice di energia'), ovverosia i centri energetici fondamentali, fino a raggiungere l'area della fontanella (anch'esso nome non casuale), sul vertice del nostro capo. A quel punto, possiamo sperimentare uno stato di consapevolezza senza pensieri: siamo perfettamente lucidi, ma la nostra mente non è invasa dal bombardamento dei pensieri. Viviamo il presente. Un'esperienza che è nostro diritto di nascita, e che quindi non può che essere donata gratuitamente. Di seguito un video, per chi volesse sperimentare subito la meditazione:


Di seguito il link per trovare il corso di meditazione gratuito più vicino.
Roma e provincia: Corsi Sahaja Yoga Roma
In tutta Italia: Corsi Sahaja Yoga Italia

Testimonianze


Francesca (di 5 anni)

Mi sento in pace con me stessa. Questa esperienza è stata veramente fantastica, aggettivi per descriverla non esistono. In questo momento sono in pace con me stessa e non sento altro che silenzio interiore.

Antonio (da Scampia)

Oggi per la prima volta abbiamo provato qualcosa che non avevamo mai vissuto, un qualcosa che non si può esprimere, ti senti libero, rilassato e tante altre emozioni alle quali non sai dare un nome perchè questa è stata la prima volta che ho meditato.

Maria

Questa esperienza mi ha aperto la vita, ho trovato davvero la pace con me stessa liberandomi da tutti i miei pensieri, dedicandomi solo a me, soprattutto in questo periodo, in cui non hai davvero tempo di stare da sola con te stessa. Ho capito che la vita si deve affrontare con un sorriso.




Di seguito un articolo estratto dal blog:

"Spezzando le manette della mente" di Adriano Ercolani.

Il prossimo Sabato 10 Ottobre, alle ore 11, si terrà una manifestazione allo Stadio Olimpico (settore Monte Mario), intitolata MediTiamo Roma. Una manifestazione alla quale ho l'onore di lavorare, assieme a un gruppo di amici, notte e giorno da alcuni mesi. Gratuitamente, come sempre.
Raccogliendo i dati per creare la comunicazione del progetto, ho riannodato i fili della nostra storia: ho riscoperto, quasi sorprendendomi, l'imponenza di ciò che con pochi amici in tutto il mondo abbiamo realizzato in questi anni, mossi solo dal desiderio di condividere un'esperienza importante, senza sponsor né compensi.
Abbiamo portato la meditazione nelle carceri, nelle scuole, nei campi profughi, nelle sedi Inail, nella Rai, a Scampia come in Giordania, a Sydney come a Berlino. Ed ora, allo Stadio Olimpico.
Sarebbe facile enfatizzare il prestigio del luogo, e le suggestioni trionfali che esso evoca ("Roma diventa Capitale dello Yoga!"), ma la mia testimonianza vuole essere molto semplice e sincera. Sarà una grande festa dell'integrazione culturale. Sarà un evento in cui non solo si dimostrerà, a parole, come il messaggio di William Blake possa sposare quello di Adi Shankaracharya, come Confucio e Socrate siano due volti della stessa medaglia universale, come l'eresia di Giordano Bruno sia in perfetta sintonia con la rivelazione di Kabir. Sarà, soprattutto, l'occasione di esperire concretamente il silenzio supremo, la beatitudine sottile della meditazione. Un silenzio in cui affiorano sinfonie interiori (forse, la celebre "musica delle sfere" platonica), una letizia che definire entro i limiti illusori del linguaggio sarebbe un vile insulto. All'evento parteciperanno artisti da tutto il mondo, di tutti i generi musicali, dal Soul al Qawwali, alcuni provenienti dai talent show francesi, altri dalle accademie di canto indiane.
L'evento ha il patrocinio del Coni e del Comune di Roma. Ciò, ovviamente, ci fa molto piacere, ma il patrocinio di cui siamo in cerca è più importante: è il Vostro.
Vi invitiamo a partecipare a questo evento e, a vostra volta, a invitare chiunque voi desideriate. Si fa un gran parlare di quale disastro sia diventata la Città più bella del Mondo. Per una volta che Roma viene celebrata come crocevia di energie positive, come megafono del volontariato e ripetitore di ideali nobili, non potete mancare. Vi aspettiamo!

Galleria Foto


Un'occasione per meditare immersi nella gioia e nella musica.

Expo 2015
Dettagli
Expo 2015
Dettagli
Expo 2015
Dettagli
Expo 2015
Dettagli
Expo 2015
Dettagli
Expo 2015
Dettagli
Expo 2015
Dettagli
Expo 2015
Dettagli
Expo 2015
Dettagli
Expo 2015
Dettagli
Expo 2015
Dettagli
Expo 2015
Dettagli
Expo 2015
Dettagli
Expo 2015
Dettagli
Expo 2015
Dettagli

Partner


Sahaja yoga

Sahaja Yoga

Sahaja Yoga è la rivoluzionaria forma di meditazione creata nel 1970 da Shri Mataji Nirmala Devi, diffusa gratuitamente il tutto il mondo, che dona spontaneamente il risveglio dell'energia Kundalini.

Innerpeaceday

Inner Peace

Un progetto internazionale nato nel 2013 che diffonde la meditazione sahaj nelle scuole. In appena due anni, già 200.000 ragazzi in oltre 40 paesi del mondo hanno partecipato all'iniziativa.

TEV

TEV

Fondato nel 1996 a Ghent, è un progetto teatrale fondato sulla diffusione delle opere dei grandi autori di tutte le culture, in grado di esprimere valori universalmente condivisi.

Coni

Coni

Il Comitato Olimpico Italiano, nato nel 1914, con lo scopo di curare il potenziamento e lo sviluppo dello sport in Italia, in particolare la preparazione degli atleti per i giochi olimpici.

Unesco

Unesco
Center for Peace

L'Unesco, patrocinante dell'iniziativa, è un'agenzia specializzata delle Nazioni Unite creata con lo scopo di promuovere la pace e la comprensione tra le nazioni con l'istruzione, la scienza, la cultura, la comunicazione e l'informazione.

Comune Roma

Comune di Roma

Il Comune della Capitale ha deciso, dopo aver riconosciuto il prestigioso curriculum di promozione sociale della nostra associazione e l'assoluta gratuità dell'evento, di concedere il suo patrocinio.

Contatti


Stadio Olimpico 10 ottobre - ore 11
Viale dei Gladiatori - tribuna Montemario

info@meditiamoroma.it

+39 328 4869422

Per qualsiasi informazione sull'evento potete rivolgervi ai contatti sopra indicati.
Ingresso Gratuito

Press


sgemmellaro@gmail.com
alberto@alquadrato.it
silviacloser@yahoo.it

+39 339 6319454
+39 347 3090532
+39 348 4810853

MediTiamo Roma allo stadio Olimpico
Totti e Keita: insieme per la pace

L‘invito del capitano giallorosso e dell’attaccante laziale:"Venite alla manifestazione di sabato 10 ottobre".
L’incontro alle 11 alla tribuna Montemario. Ingresso gratuito.
Alle redazioni: per ulteriori informazioni e per le interviste sabato mattina all'Olimpico, potete rivolgervi ai contatti sopra indicati.
Di seguito il link per il download del video: Totti-Keita "Insieme per la pace".

Copyright © MediTiamoRoma 2015 - Tutti i diritti riservati - Informativa cookie